Walt Whitman


Sentimenti d'autore.
Qui puoi postare gli scritti famosi che più ti hanno emozionato... L'ultimo TEMA PROPOSTO è "ACQUA"

Moderatori: Luca Necciai, ito nami

Avatar utente

Moderatore

Messaggi: 98

Iscritto il: 05/02/2008, 14:41

Messaggio 24/08/2013, 18:44

Walt Whitman

Sussurri di morte celeste

Sussurri di morte celeste odo sommessi,
labiali dicerie della notte, sibilanti corali,
passi che gentilmente salgono, mistiche brezze dall'alito mite e soave,
gorgoglii di fiumi invisibili, flussi d'una corrente che scorre, eternamente
scorre
(o è sciaguattio di lacrime? le smisurate acque delle lacrime umane?).
Vedo, vedo appena verso il cielo, grandi masse di nuvole,
malinconicamente lente ruotano, silenziose si espandono, si fondono
con qualche stella ogni tanto che mesta appare e scompare,
velata, lontanissima.
(o forse un parto, qualche solenne nascita immortale;
ai confini impenetrabili alla vista,
un'anima che passa).



Questa polvere un tempo fu l'uomo


Questa polvere un tempo fu l'uomo,
dolce, semplice, giusto e risoluto, sotto la cui cauta mano,
contro il più vergognoso dei crimini conosciuto nella storia di ogni terra,
di ogni epoca,
fu salvata l'Unione di questi Stati.





Continuità

Nulla è mai veramente perduto, o può essere perduto,
nessuna nascita, forma, identità - nessun oggetto del mondo,
né vita, né forza, né alcuna cosa visibile;
l'apparenza non deve ingannare, né l'ambito mutato confonderti il cervello.
Vasti sono il tempo e lo spazio - vasti i campi della Natura.
Il corpo lento, invecchiato, freddo - le ceneri rimaste dai fuochi di un tempo,
la luce degli occhi divenuta tenue, tornerà puntualmente a risplendere;
il sole ora basso a occidente sorge costante per mattini e meriggi;
alle zolle gelate sempre ritorna la legge invisibile della primavera,
con l'erba e i fiori e i frutti estivi e il grano.
Avatar utente

Moderatore

Messaggi: 98

Iscritto il: 05/02/2008, 14:41

Messaggio 24/08/2013, 18:46

Re: Walt Whitman

Capitano! Mio Capitano!

O Capitano! Mio Capitano! Il nostro viaggio tremendo è terminato,
la nave ha superato ogni ostacolo, l'ambìto premio è conquistato,
vicino è il porto, odo le campane, tutto il popolo esulta,
occhi seguono l'invitto scafo, la nave arcigna e intrepida;
ma o cuore! Cuore! Cuore!
O gocce rosse di sangue,
là sul ponte dove giace il Capitano,
caduto, gelido, morto.

O Capitano! Mio Capitano! Risorgi, odi le campane;
risorgo - per te è issata la bandiera - per te squillano le trombe,
per te fiori e ghirlande ornate di nastri - per te le coste affollate,
te invoca la massa ondeggiante, a te volgono i volti ansiosi;
ecco Capitano! O amato padre!


Questo braccio sotto il tuo capo!
È solo un sogno che sul ponte
sei caduto, gelido, morto.

Non risponde il mio Capitano, le sue labbra sono pallide e immobili,
non sente il padre il mio braccio, non ha più energia né volontà,
la nave è all'ancora sana e salva, il suo viaggio concluso, finito,
la nave vittoriosa è tornata dal viaggio tremendo, la meta è raggiunta;
esultate coste, suonate campane!
Mentre io con funebre passo
Percorro il ponte dove giace il mio Capitano,
caduto, gelido, morto.


______________________________________________

Ahimè! Ah vita! di queste domande che ricorrono,
degli infiniti cortei di senza fede, di città piene
di sciocchi,
di me stesso che sempre mi rimprovero (perché chi più
sciocco di me, e chi più senza fede?)
di occhi che invano bramano la luce, di meschini scopi,
della battaglia sempre rinnovata,
dei poveri risultati di tutto, della folla che vedo sordida
camminare a fatica attorno a me,
dei vuoti ed inutili anni degli altri, io con gli altri legato
in tanti nodi,
la domanda, ahimè, la domanda così triste che ricorre –
Che cosa c’è di buono in tutto questo, ahimè, ah vita?

Risposta

Che tu sei qui – che esiste la vita e l’individuo,
che il potente spettacolo continua, e tu puoi contribuirvi
con un tuo verso.

Messaggi: 8

Iscritto il: 14/11/2013, 20:48

Messaggio 25/01/2014, 10:26

Re: Walt Whitman

Da Foglie d'Erba

Sorridi o voluttuosa terra dal fresco alito!
Terra di sonnolenti e liquidi alberi!
Terra di svanito tramonto, Terra delle brumose vette
montane!
Terra del vitreo riversarsi del plenilunio appena sfumato
d'azzurro!
Terra di lustro e di buio screzianti il flusso del fiume!
Terra del terso grigio di nubi più luminose e chiare per me!
In distanza di colpo degradi ricurva Terra! Di meli in fiore
sontuosa terra!
Sorridi che il tuo amante giunge!
Prodiga! Mi hai dato amore!...perciò a te do amore!
O indicibile appassionato amore!

Torna a Hall of Fame



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron

Gruppo Amici della Poesia www.amicipoesia.altervista.org (cercaci anche su Facebook, Twitter, Google+, Youtube) Verità e Nonviolenza sono Antiche come le Montagne
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by ST Software. Hosted by MondoWeb. Viaggi