Messaggio 09/06/2013, 16:03

Rabindranath Tagore

Non celare il segreto del tuo cuore

Non celare il segreto del tuo cuore,
amico mio.
Dillo a me, solo a me, in segreto.
Tu che sorridi tanto gentilmente,
sussurralo sommessamente,
il mio cuore l'udrà,
non le mie orecchie.

La notte è fonda,
la casa è silenziosa,
i nidi degli uccelli
son coperti di sonno.

Dimmi tra lacrime esitanti,
tra sorrisi titubanti,
tra dolore e dolce vergogna,
il segreto del tuo cuore!

________________________________________________________

Sì, lo so, mio diletto


Sì, lo so, mio diletto,
nulla esiste se non il tuo amore:
questa luce dorata
che danza sulle foglie
queste nubi pigre
che navigano nel cielo
questa brezza che passando
lascia fresca la mia fronte.

La luce del mattino
ha inondato i miei occhi:
questo è il tuo messaggio
al mio cuore.
Il tuo viso si è chinato su di me
i tuoi occhi guardano nei miei
e il mio cuore ha toccato i tuoi piedi.

_______________________________________

Qui è il tuo sgabello
e qui riposa i tuoi piedi
dove vivono i più poveri,
i più umili, i perduti.

Quando a te io cerco d'inchinarmi,
la mia riverenza non riesce ad arrivare
tanto in basso dove i tuoi piedi
riposano tra i più poveri,
i più umili, i perduti.

L'orgoglio non si può accostare
dove tu cammini, indossando
le vesti dei più poveri,
dei più umili e dei perduti.

Il mio cuore non riesce a trovare
la strada per scendere laggiù
dove tu ti accompagni a coloro che non hanno
compagni, tra i più poveri,
i più umili, e i perduti.

_______________________________________________________

Restando sulla soglia
dove si apre il dramma della creazione,
vedo in improvvisi bagliori
il regno oltre l’oscurità;
e mi trovo immerso
nella Coscienza del Grande Essere -
Egli è l’Inespresso,
il Non Percepito, lo Sconosciuto!
In questa alba
Le parole del Rishi
salgono alla mia mente:
Oh Sole! Togli il velo che copre la tua luce,
nella tua luce perfetta
possa io vedere il vero me stesso,
l’Io che alla fine del viaggio
mescola il suo respiro con l’aria,
e trasforma il corpo in polvere –
mascherato come Verità possa
non gettare un’ombra sul sentiero della vita!

Nel campo di gioco di questo mondo
Nella gioia, nella sofferenza,
ho scorto in improvvisi bagliori
l’Infinito dietro il velo del finito;
ho compreso:
il significato di questa nascita sta
in quella Bellezza ineffabile,
in quel Canto inesprimibile!
Quando il dramma ha fine
lascerò dietro di me
il questo tempio della terra
il mio saluto,
la mia adorazione;
la morte non può afferrare il suo valore.


Rabindranath Tagore
I am not liber, I'm FREE!