Tomas Transtromer [Nobel 2011 per la Letteratura]


Sentimenti d'autore.
Qui puoi postare gli scritti famosi che più ti hanno emozionato... L'ultimo TEMA PROPOSTO è "ACQUA"

Moderatori: Luca Necciai, ito nami

Avatar utente

Forum Admin

Messaggi: 105

Iscritto il: 12/06/2004, 18:43

Località: Torino

Messaggio 06/10/2011, 13:42

Tomas Transtromer [Nobel 2011 per la Letteratura]

LA COPPIA

Spengono la lampada e il suo globo risplende
un istante prima di sciogliersi
come una pastiglia in un bicchiere di tenebre. Poi si sollevano.
Le pareti dell’albergo si gettano nel buio del cielo.
I gesti dell’amore si sono acquietati e loro dormono
ma i pensieri più segreti s’incontrano
come quando s’incontrano due colori e l’uno nell’altro fluiscono
sulla carta bagnata di un dipinto infantile.
E’ buio e silenzio. Ma la città stanotte
si è avvicinata in fretta. A finestre spente. Le case sono qui.
Vicinissime stanno serrate in attesa,
una folla di volti inespressivi.

_____________________________________________________________
L'accademia di Stoccolma ha attribuito il premio Nobel per la letteratura di quest'anno a Tomas Transtromer. Nato il 15 aprile del 1931 a Stoccolma è psicologo, scrittore, poeta e traduttore; la sua poesia è stata profondamente influente in Svezia, così come in tutto il mondo. "Attraverso le sue immagini condensate e translucide ha offerto un nuovo accesso alla realtà", hanno scritto i giurati nel motivare la premiazione.
E' considerato il maggior poeta svedese vivente. La sua opera si colloca tra modernismo, espressionismo e surrealismo. Era già stato nella lista dei candidati al Nobel.
Immagine
Luca Necciai
Avatar utente

Moderatore

Messaggi: 98

Iscritto il: 05/02/2008, 14:41

Messaggio 06/10/2011, 13:47

Re: Tomas Transtromer [Nobel 2011 per la Letteratura]

Pagina di libro notturno

Sbarcai una notte di maggio
in un gelido chiaro di luna
dove erba e fiori erano grigi
ma il profumo verde.

Salii piano un pendìo
nella daltonica notte
mentre pietre bianche
segnalavano alla luna.

Uno spazio di tempo
lungo qualche minuto
largo cinquantotto anni.

E dietro di me
oltre le plumbee acque luccicanti
c’era l’altra costa
e i dominatori.

Uomini con futuro
invece di volti.

Tomas Tranströmer

Poesia dal silenzio
Crocetti Editore, 2001
Avatar utente

Moderatore

Messaggi: 98

Iscritto il: 05/02/2008, 14:41

Messaggio 06/10/2011, 13:49

Re: Tomas Transtromer [Nobel 2011 per la Letteratura]

Ostinato
Sotto il punto volteggiante della poiana | avanza rotolando il mare fragoroso nella luce, | mastica ciecamente il suo morso di alga e soffia | schiuma sulla riva.

Ostinato
Under vrâkens kretsande punkt av stillhet | rullar haver dânande fram i ljuset, | tuggar blint sitt betsel av tâng och frustar | skum över stranden.
Avatar utente

Forum Admin

Messaggi: 181

Iscritto il: 15/07/2004, 12:32

Messaggio 06/10/2011, 17:57

Re: Tomas Transtromer [Nobel 2011 per la Letteratura]

Insicurezza nazionale

Il sotto segretario si piega in avanti e disegna una X
e i suoi orecchini tintinnano come spade di Damocle.

Come una farfalla screziata è invisibile al suolo
così il demonio si mescola con il giornale spalancato.

Un casco che nessuno porta ha preso il potere.
La tartaruga-madre fugge volando sotto l'acqua.

“National Insecurity” da New and Collected Poems di Tomas Transtromer, traduzione di Robin Fulton.
(
\\
)))
##--------> MILA
)))
//
(
Avatar utente

Moderatore

Messaggi: 98

Iscritto il: 05/02/2008, 14:41

Messaggio 19/10/2012, 13:09

Re: Tomas Transtromer [Nobel 2011 per la Letteratura]

Mistero per la strada

Si posò la luce del giorno sul viso di un uomo addormentato.
Gli giunse un sogno più vivido
Ma non si svegliò.
Si posò l’oscurità sul viso di un uomo in cammino
Tra la gente nei raggi di sole
Forti e impazienti.
D’un tratto si fece buio come per il temporale.
Io ero in una stanza che conteneva tutti gli istanti -
Un museo di farfalle.
Tuttavia il sole era forte come prima.
I suoi pennelli impazienti dipingevano il mondo.

Messaggi: 8

Iscritto il: 14/11/2013, 20:48

Messaggio 29/01/2014, 15:54

Re: Tomas Transtromer [Nobel 2011 per la Letteratura]

Postludio

Come una sonda sul fondo mi trascino.
Mi si attacca tutto ciò che non serve.
Indignazione stanca, ardente rassegnazione.
I boia vanno a prendere pietre. Dio scrive sulla sabbia.

Stanze silenziose.
I mobili stanno pronti a spiccare il volo al chiaro di luna.
Entro in me stesso lentamente
per un bosco di vuote armature.
Avatar utente

Forum Admin

Messaggi: 181

Iscritto il: 15/07/2004, 12:32

Messaggio 29/11/2014, 12:21

Re: Tomas Transtromer [Nobel 2011 per la Letteratura]

Stazione
di Tomas Tranströmer
trad. di Franco Buffoni

Un treno è entrato in stazione. È fermo, vagone dopo vagone,
Ma nessuna porta si apre, nessuno scende o sale.
Ci sono veramente delle porte? Là dentro un brulichio
Di uomini rinchiusi che vanno su e giù.
E scrutano dai finestrini immobili.
Fuori lungo il treno cammina un uomo con un martello.
Urta le ruote che debolmente risuonano. Tranne qui.
Qui il rumore aumenta incomprensibilmente: un fulmine,
Il rintocco dell’orologio della cattedrale,
Il rumore della circumnavigazione del globo
Che solleva tutto il treno e le pietre umide dei dintorni.
Tutto canta. Ve lo ricorderete. Andate avanti.
(
\\
)))
##--------> MILA
)))
//
(

Torna a Hall of Fame



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Gruppo Amici della Poesia www.amicipoesia.altervista.org (cercaci anche su Facebook, Twitter, Google+, Youtube) Verità e Nonviolenza sono Antiche come le Montagne
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by ST Software. Hosted by MondoWeb. Viaggi