Fenice Felice


ogni scrittore può aprire un topic con il proprio nome o pseudo, all'interno del quale pubblicare le proprie poesie per tornare ad aggiornarlo in seguito con nuovi scritti..

Moderatori: Luca Necciai, ito nami

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 19/07/2017, 21:41

Fenice Felice

SENZA TITOLO

Bianco è il futuro, bianca è la via,
che ancor si presta, alla ragione mia...

Nero è il destino, nera è la Storia,
che ancor si mostra, deforme di gloria...

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 21/07/2017, 20:04

Re: Fenice Felice

IL DESTINO NON È

C'eravamo trovati per caso un pomeriggio
io sempre perso e tu a ritrovarmi
e così il tempo che ho perso è un miraggio
che soltanto tu sai puoi ridarmi

Non serve soltanto il coraggio
perché è sempre andato via
ma qualcosa nella coscienza mia
si è confusa a questo viaggio
in cui la strada non trovavo

Tu soltanto riesci a darmi ciò che ignoravo
vita mia oh vita mia
il destino non è il tempo vola sempre dietro noi
vita mia oh vita mia
il destino non è tu sola sai quanto bene puoi
vita mia oh vita mia
il destino non è il destino
non è che a un passo
e poi corri veloce fino al collasso
e troverai un po' di tempo in più
per amare chi tanto credevi
avesse il tuo cuore infranto

Il tempo con te è adesso parte del mio destino
ma non provo pace e ti ho già persa
sembra che tutto sia stato soltanto vano
il pensiero vola ma la storia è diversa
ma poi a dirlo non sono bravo

Tu soltanto riesci a darmi ciò che ignoravo
vita mia oh vita mia
il destino non è il tempo vola sempre dietro noi
vita mia oh vita mia
il destino non è tu sola sai quanto bene puoi
vita mia oh vita mia
il destino non è il destino
non è che a un passo
e poi corri veloce fino al collasso
e troverai un po' di tempo in più
per amare chi tanto credevi
avesse il tuo cuore infranto

Tu soltanto riesci a darmi ciò che ignoravo
vita mia oh vita mia
il destino non è il tempo vola sempre dietro noi
vita mia oh vita mia
il destino non è tu sola sai quanto bene puoi
vita mia oh vita mia
il destino non è il destino
non è che a un passo
e poi corri veloce fino al collasso
e troverai un po' di tempo in più
per amare chi tanto credevi
avesse il tuo cuore infranto

Quando l'amore è senza futuro
perché il tempo che poi mi figuro
non riesco a digerirlo e mi resta la fame
e tutto brucia fra le parole delle mie brame

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 22/07/2017, 21:20

Re: Fenice Felice

UNA BALLATA SULLA VITA

Cade una foglia e si ripete il giro,
il circolo della vita resta tale,
però tale e quale e senza un finale,
come se fosse uno strano raggiro,
come se fosse uno strano raggiro.

C'è forse qualcuno, che sappia dire,
cosa centri quella foglia col fato?
Come possa il tempo, senza mentire,
rubarci la vita che abbiamo dato...
Noi questo mondo l'abbiam conquistato,
chiedendoci sempre il perchè di tutto,
se per questo vogliam essere in lutto,
prendiamo fiato e lasciamo un sospiro.

Cade una foglia e si ripete il giro,
il circolo della vita resta tale,
però tale e quale e senza un finale,
come se fosse uno strano raggiro,
come se fosse uno strano raggiro.

Questo giro di danza a fiato corto,
non prosegue mai come ci s'aspetta,
ma tu che lo balli resta assai accorto,
questa musica non è mai perfetta,
per ogni nota che viene disdetta,
il suo suono cambia e non è più uguale,
peraltro a noi sembra pure normale,
eppur rimaniamo senza respiro...

Cade una foglia e si ripete il giro,
il circolo della vita resta tale,
però tale e quale e senza un finale,
come se fosse uno strano raggiro,
come se fosse uno strano raggiro.

Se con questo non avete capito,
quella foglia è già arrivata a terra,
se tutto questo vien riconcepito,
un senso nuovo poi di fatti s'afferra,
c'è chi la raccoglie oppure sotterra
come si fa pure con la coscienza,
senza saper che questa negligenza,
poi ci mette a tiro e sempre nel giro...

Cade una foglia e si ripete il giro,
il circolo della vita resta tale,
però tale e quale e senza un finale,
come se fosse uno strano raggiro,
come se fosse uno strano raggiro.

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 23/07/2017, 16:24

Re: Fenice Felice

I SOGNI

Come le aquile i sogni volano
lassù sul Monte Destino stanno
dove tutto prende forma vanno
senza affanno, liberi, liberi...

Col loro canto grida la gloria
del Tempo che tanti fulminò
dove la Storia lesta marciò
che dopo li lasciò, fieri, fieri...

Mentre il loro Monte tremò forte
perché il Caso poggiò il suo passo
e l'attimo pesò quanto un masso
in quel lasso, risero, risero...

Non è dell'uomo balzano restare
ad ascoltare il canto d'un sogno,
non è d'egli un utile bisogno,
dirlo non agogno, invano, invano...

Quanto a quello che fecero dopo
fu col futuro una gran scommessa
dove la ragione già rimessa,
della vita dimessa, arranca, arranca...

Come le aquile i sogni volano
lassù sul monte destino stanno
dove tutto prende forma vanno
senza affanno, liberi, liberi...

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 25/07/2017, 16:36

Re: Fenice Felice

SENTO IL SENSO...

Sento
il gusto della vita
che scorre lentamente,
lacrime fra le dita
rimorso nella mente
colma, senza tempo,
d'amore che non c'è più

si muove il senso
dove l'ho trovarlo, in me,
da una nostalgia
e giace nascosto
riposa avvolto nelle parole
fra incubi o sogni indesiderati
e scompare quell'amore
col ricordo d'uno sguardo
che poi mi giudicò
e tanto mi ripudiò

Sento
il gusto della vita
che scorre lentamente,
lacrime fra le dita
rimorso nella mente
colma, senza tempo,
d'amore che non c'è più

Sento, il Senso,
che docile muove il passo
d'un sentimento che evapora
ai primi istanti della sera
e tramonta al sorgere del sole
e l'anima a piè leggero
va oltre il limite, preordinato,
dove finisce l'amore mai amato
che il destino trascina con sé
quando la strada si fa dura

Sento
l'essenza di ciò che il senso
porta nei sogni,
un silenzio vivo, ma privo,
del tempo che muore d'immenso.
Ultima modifica di Fenice Felice il 10/08/2017, 1:23, modificato 1 volta in totale.

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 25/07/2017, 22:00

Re: Fenice Felice

...QUELLA STELLA

Siamo solo noi a toccare questo cielo
con luce di stella il tempo ricuciamo
senza cui l'amore muore nel gelo
fino a render freddo ciò che sentiamo
e per ciò che siamo dirci pure soli
E per ciò che siamo dirci pure soli

Cadde una stella dalle nostre mani
e non sapemmo più come trovarci
cadde una stella dalle nostre mani
e il tempo sembrò quasi consumarci
ma non preoccuparti per quella stella
Ma non preoccuparti per quella stella

Ne coglieremo un'altra che più risplenda
e la sua luce farà al caso nostro
ci chiederemo come si comprenda
il caso che come una macchia d'inchiostro
continua a far sparire le parole
Continua a far sparire le parole

Cadde una stella dalle nostre mani
e non sapemmo più come trovarci
cadde una stella dalle nostre mani
e il tempo sembrò quasi consumarci
ma non preoccuparti per quella stella
Ma non preoccuparti per quella stella

Con la forza d'un uragano sai
tener testa al tempo che passa invano
perché lo riempi di luce e dirai
che sono sciocco e che parlo strano
ma cara mia, io non amo per caso
Ma cara mia, io non amo per caso

Tu porti nell'anima la tua luce
allora terrò la tua luce a cuore
per dissipare le ombre del dolore
che la luce dell'amore riduce,
perché poi colsi una stella che cadde
Perché poi colsi una stella che cadde

La nostra stella che sola conduce,
al pensiero di noi in un tempo truce.
Ultima modifica di Fenice Felice il 29/07/2017, 4:12, modificato 2 volte in totale.

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 27/07/2017, 20:45

Re: Fenice Felice

SEGUI LA TUA VIA

Sembra che il mondo ruoti intorno a noi
e la nostra gravità ci renda immobili
ad ogni sforzo che facciamo e poi
gira anche la testa a quelli ignobili
che poi tirano monete truccate
che poi tirano monete truccate

ma tu che hai già perso la tua ragione
che non hai potuto mettere in gioco
ma tu che hai già perso la tua ragione
coi miti della vita accendi il fuoco
segui la tua via senza dubitare
segui la tua via senza dubitare

Sembra che tutto rimanga stabile
come se niente ci abbia mai cambiati
ed ogni politica resta inabile
la nostra natura ci ha già gabbati
e non c'è più la santità del sempre
e non c'è più la santità del sempre

ma tu che hai già perso la tua ragione
che non hai potuto mettere in gioco
ma tu che hai già perso la tua ragione
coi miti della vita accendi il fuoco
segui la tua via senza dubitare
segui la tua via senza dubitare

Il tempo passa e tutto si ripete
la pace resta solo se è nel cuore
attento a non cadere nella rete
che dilania l'anima col dolore
ma quelle monete davano croce
ma quelle monete davano croce

Di quelle monete lanciate in aria
non dirò quale pensiero si muove
della nostra natura che varia
ne sentiremo il peso delle prove
il caso non è bene e non è male
il caso non è bene e non è male

è come se vivesse d'Idee nuove
mentre il vero Senso si muove altrove

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 27/07/2017, 23:02

Re: Fenice Felice

QUELL'IRA...

Quel'ira che delle Armi mai si priva
annidata nell'animo essa propone
il suo appoggio fino a quando si pone
la ragione come sua alternativa...

ma l'ira è pur una diva lasciva,
che seduce nella psiche e ripone
nelle molli coscienze un'illusione
di una gioia che si desta furtiva...

Il retaggio dell'ira è Storia indegna
che si ripropone a sprazzi nel mito
che ad ogni parola rimane e regna

nei dissapori di sensi in consegna
che poi vanno e fanno e stanno in attrito
fino a quando di lei la mente è pregna

Messaggi: 9

Iscritto il: 19/07/2017, 19:02

Messaggio 10/08/2017, 1:26

Re: Fenice Felice

...NON È LA MORTE

In un istante un semplice ricordo
ed il triste delirio che poi si forma
quello che a caso penso e dopo scordo
fintanto che il tempo lascia la sua orma
annaspa nel vuoto della coscienza
annaspa nel vuoto della coscienza

Le urla di scomposta riluttanza
erano le mie o quelle di qualcun'altro
le urla di scomposta riluttanza
erano di chi si sentiva scaltro
e non ci credo e questa non è la morte
e non ci credo e questa non è la morte

Sono un pazzo e non so più chi sono
tutto me stesso trovo e si confonde
e da questo posso trarne un perdono
ma non è che perso fra le strane onde
d'un mare che si desta ad ogni scoglio
d'un mare che si desta ad ogni scoglio

Le urla di scomposta riluttanza
erano le mie o quelle di qualcun'altro
le urla di scomposta riluttanza
erano di chi si sentiva scaltro
e non ci credo e questa non è la morte
e non ci credo e questa non è la morte

Ulula un lupo ad una luna rossa
mentre si riflette il cielo nel mare
un color vermiglio nelle acque s'affossa
troppo distante è la luna d'amare
rossa soltanto per il suo bel vanto
rossa soltanto per il suo bel vanto

E tutto è cambiato e restano i sogni
il tempo ci ha giocato un brutto scherzo
fin quando ognuno avrà i suoi bisogni
uniremo bene dei miti ogni ferzo
ma la realtà sarà poi una chimera
ma la realtà sarà poi una chimera

Ma luna dormiente che luce agogni
fai che di tutto ciò non mi vergogni

Torna a VersiSparsi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Gruppo Amici della Poesia www.amicipoesia.altervista.org (cercaci anche su Facebook, Twitter, Google+, Youtube) Verità e Nonviolenza sono Antiche come le Montagne
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by ST Software. Hosted by MondoWeb. Viaggi