Pagina 1 di 1

B

MessaggioInviato: 10/04/2009, 11:45
di B
Senza titolo


Oggi sono acqua e sono terra:
sommerso, svuotato da acque aride,
sepolto, straziato da sabbie salmastre.
Con lacrime acide tento di soffocare
il fuoco della mia rovina,
colpendo e squoiando le mie carni
sciolte dall'afa provo ad estinguerlo.
Ma sono solo un piccolo
escremento di Cosmo.
E tutto è vano.
E tutto è morto.
Dio,ti prego, uccidimi.

MessaggioInviato: 10/04/2009, 21:06
di ito nami
Morire va bene,ma dont push,senza spingere quando sarà il tempo.Quanto al piccolo escremento di Cosmo,non ti preoccupare il sistema in cui siamo e a riciclo integrale e quello che era giù potra essere su.Per niente Quello che se ne intedeva diceva sulla Montagna:beati gli ultimi che saranno i primi...
Forse,dico forse,il secondo verso contiene incongruenza,potrebbe andar meglio così:sommerso,ma arido d'acque,
Ma naturalmente il poeta è despota di vita e di morte sulla sua creatura.
Ben arrivato ,cordialità ed auguri

MessaggioInviato: 11/04/2009, 10:14
di B
Ah no beh tranquillo....è una poesia che mi avevano chiesto per uno scatch radiofonico. Non rispecchia davvero i mei sentimenti, quindi non penso valga nemmeno più di molto. :D


Più che altro mi interessava un parere estetico in generale (ho pensato che fosse il momento di far conoscere qualche mio timido lavoretto al mondo...)


E' vero che può semprare una contraddizione sommerso-svuotato (infatti l'ho lasciata apposta), ma in realtà non lo è....l'immagine che volevo farvi giungere era quella di un'ondata di marea, che prima sommerge e poi svuota la spiaggia riportandosi in mare tutto quello che trova ;)


Per il resto, spero di trovarmi anche io bene tra di voi.

Re: B

MessaggioInviato: 19/09/2015, 17:51
di Galvan
…l'immagine che volevo farvi giungere era quella di un'ondata di marea, che prima sommerge e poi svuota la spiaggia riportandosi in mare tutto quello che trova

Direi più l’immagine di uno tsunami, considerata l’asprezza delle parole e la finale richiesta d’esser tolto dal mondo, divenuto irriconoscibile/invivibile.



I.N. - Quanto al piccolo escremento di Cosmo, non ti preoccupare il sistema in cui siamo è a riciclo integrale e quello che era giù potrà essere su. Per niente Quello che se ne intendeva diceva sulla Montagna: beati gli ultimi che saranno i primi...

Del tutto d’accordo… a che prò affannarsi per le prime posizioni… che per prime verranno raggiunte dall’onda…


un saluto (... ma poi ti sei trovato bene qui?)

Galvan