Renee


ogni scrittore può aprire un topic con il proprio nome o pseudo, all'interno del quale pubblicare le proprie poesie per tornare ad aggiornarlo in seguito con nuovi scritti..

Moderatori: Luca Necciai, ito nami

Messaggi: 1

Iscritto il: 05/04/2009, 15:09

Messaggio 05/04/2009, 19:28

Renee

pensiero incondizionato

Chi è il dio che sedendoti accanto ti rende inerme e impotente al suo fascino animale.
Chi è che osa rubarmi l'amore dei miei giorni quello che strazia colpisce e affonda.
Quello che mi secca la gola e il cuore
che mi bagna gli occhi amaramente
Tanto di cappello al super uomo che vi riuscì.
E a me piccola stupida creatura,per lo più donna,mi aspetta un sesso diverso dal tuo solo perché tu ne possiedi già uno?
Cosa mi tocca patire per cercare di ingannare il tempo che passi col dio mentendo a me e a te stessa
cercando nelle carezze e in qualche stretta di mano
il mio perdono e consenso
senza più badare all'istinto
che ti fa cadere dalla tua stessa resistenza al mio volere
E se tutto questo mi dilania posso dire almeno in piazza
che io ho amato qualcuno...
che ho sentito il cuore uscire fuori dal petto
e se questo non bastasse allora avrò perso.
Perdente che cela una grande vittoria.
E se tu non sei felice con me e con nessun altro
non ti prendere la grande responsibilità di pensare lo stesso della mia non felicità perchè non possiedi tale facoltà,
quella di leggere il mio pensiero e prevederlo.
Perché se ti spaventa vivermi
non coinvolgermi nella tua paura e fuga.
Mi aiuti solo a scappare.
Ed è con questa amarezza che mi addormento
credendo di averti al mio fianco

Sommo poeta

Messaggi: 664

Iscritto il: 07/07/2005, 16:26

Località: bari

Messaggio 07/04/2009, 8:37

Il pensiera come il linguaggio è tutt'altro che incondizionato essendo regolato dagli archetipi funzionali.Per non farti torto diciamo che il pensiero è una libertà condizionata.Intrigante comunque questa tua poesia.Bravo
ito nami

Livello: POETA

Messaggi: 71

Iscritto il: 30/06/2015, 22:12

Messaggio 17/09/2015, 22:10

Re: Renee

pensiero incondizionato

Chi è il dio che sedendoti accanto ti rende inerme e impotente al suo fascino animale.
Chi è che osa rubarmi l'amore dei miei giorni quello che strazia colpisce e affonda.
Quello che mi secca la gola e il cuore
che mi bagna gli occhi amaramente
Tanto di cappello al super uomo che vi riuscì.
E a me piccola stupida creatura,per lo più donna,mi aspetta un sesso diverso dal tuo solo perché tu ne possiedi già uno?
Cosa mi tocca patire per cercare di ingannare il tempo che passi col dio mentendo a me e a te stessa
cercando nelle carezze e in qualche stretta di mano
il mio perdono e consenso
senza più badare all'istinto
che ti fa cadere dalla tua stessa resistenza al mio volere
E se tutto questo mi dilania posso dire almeno in piazza
che io ho amato qualcuno...
che ho sentito il cuore uscire fuori dal petto
e se questo non bastasse allora avrò perso.
Perdente che cela una grande vittoria.
E se tu non sei felice con me e con nessun altro
non ti prendere la grande responsibilità di pensare lo stesso della mia non felicità perchè non possiedi tale facoltà,
quella di leggere il mio pensiero e prevederlo.
Perché se ti spaventa vivermi
non coinvolgermi nella tua paura e fuga.
Mi aiuti solo a scappare.
Ed è con questa amarezza che mi addormento
credendo di averti al mio fianco


Permettimi di chiederti, al primo verso, donde ti viene la convinzione che un dio abbia un fascino animale?

Saluti

Galvan

Torna a VersiSparsi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Gruppo Amici della Poesia www.amicipoesia.altervista.org (cercaci anche su Facebook, Twitter, Google+, Youtube) Verità e Nonviolenza sono Antiche come le Montagne
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by ST Software. Hosted by MondoWeb. Viaggi