sabatino


ogni scrittore può aprire un topic con il proprio nome o pseudo, all'interno del quale pubblicare le proprie poesie per tornare ad aggiornarlo in seguito con nuovi scritti..

Moderatori: Luca Necciai, ito nami

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 29/10/2008, 23:39

sabatino

Elegia

Quando il mondo credevo fosse solo mio,
a Etavel, percorrevo le vie del poggio.
udivo l'armonia dello scrosciar del rio.

Compagni del mio cammino, l'eco del campanaccio,
lo zirlo, il saltellare del pettirosso.
Con lo sguardo irretito da si, tanta bellezza,
i pensieri nella quiete di una valle incantata.

Giù a valle, in lontananza ( Saint Pierre),
visione da favola e mistero, torrette e torricini
un castello che fu monastero.

In alto, verso nord, il dente del gigante,
il grande cappello bianco, ghiacciaio eterno,
rifulgeva fascino irresistibile al viandante.

________________
sabatino

Samuele


Il trenta gennaio l'alba fatale,
l'ira bestiale stroncò il tuo natale.

L' eco di dolore e di morte
risuono nella valle, molto forte.

Innocente, puro, dalle turpe indifeso,
il corpo straziato, sezionato, vilipeso.

Prematura dipartita avvolta dal gelo,
nel silenzio coperto da candido velo.

Privato dal calore e nell'affetto infranto,
per l'estremo saluto si innalza un canto.

Per l'ascesa all' Immenso sei degno,
LUI ti accoglierà nel suo regno.

febbraio 2002

________________

Sabatino


Galatina


Il mio arrivo salutasti orgoglioso,
mai mi negasti l'ospitalità, col tuo
figliolo, prodigo, sempre generoso.

Ovunque giungono i tuoi riflessi,
conosci di tutti gioie e sofferenze,
le spoglie custodisci all'ombra dei
cipressi.

Eterno riposo, quiete e pace garantisci,
ogni segreto il grembo tuo racchiude, e
all'infinito gelosamente custodisci.

Paese mio idealizzato mio signore,
non tornerò tra le tue braccia, sono stato
adottato, ma tu sei sempre mio cuore.

__________________

Sabatino


Scelta di vita


Millenovecentosessantadue venticinque aprile
fu una scelta giovanile.

L'evento si concluse con partenza di notte,
destinazione ignota, anzi cairo montenotte.

Oggi, stessa ora di quel dì, lontano quarant'anni,
conto riconto, non ho gli stessi anni.

Si affollano nella mente miriadi di ricordi,
non trovo le rime, stonano gli accordi.

Nonostante tutto, penso, d'aver fatto fiasco,
non sono il Ghibellin Fuggiasco.

Penso, ripenso quel che fu, allor com'era,
ma non mi sento Esule in terra straniera.

Ciò che lasciai, di fatto più non esiste,
solo ricordi, e, l'affetto che oltre il tempo resiste.

Lontano quarant' anni, l'affetto al cuor s'appella,
la fonte è sempre lì, la Madre e sempre quella.

____________________
2002

Sabatino


Sempre primavera


Fino al solstizio dell'estate,
dall'equinozio sale,
la primavera astrale.

Silente, muta, rinnova,
rigenera come una supernova,
puntualmente armonizza la natura.

Gli umori cambia finchè dura,
nei cuori puri, e, in quella sfera
è sempre primavera.

__________________

Sabatino


Coincidenza


La Pallavicini, bellezza velata che fu,
perchè caduta da cavallo in giù,
ugualmente UGO colpì,
i di Lui amorosi sensi carpì.

In altra epoca,Luigina, io senza veli la vidi,
nei suoi occhi la bellezza intravidi,
fui folgorato da luce celestiale,
si insediò in me in modo geniale.

__________________

Sabatino


Altrove

Oltre l'orizzonte,
padrona assoluta è
nella quiete la pace

Non limita l'accesso
alcun muro, chiunque
trova rifugio sicuro

Là, oltre il tempo,
dall'irreale l'essere
è rapito.Ogni sogno
traslato altrove

___________________

Sabatino


Pace

Grido di dolore,
la pace orror paventa.
Ansima,
palpita cuor sensibile,
eco di voce che mai tace.

Fiaccola, desio ardente,
brace che mai spegne ,
si grande speranza.

________________

Sabatino


Approccio scolastico

Lontano amaro ricordo

LEI: burbera, prepotente, intransigente,
con fare furioso, l'uso della mano destra mi impose.

Alta, mora, arcigna, molto snella,
puntualmente, ogni mattina, arrivava in sella.

Sottomesso al sadismo femminile fascista,
imparai ad usare la mano destra, ma per
reazione diventai disfattista.

La prevaricatrice, usava la cattedra come un balcone,
Carlo, spostò all'ultimo banco, e, vietandoli il canto
lo apostrofò , voce trombone.

Se potessi affidare un messaggio, all'eterno foriero
direi: Buongiorno Signora! Nonostante tutto ti
voglio bene. Perché..anche tu vittima del regime.

___________________

sabatino
Ultima modifica di sabatino il 30/05/2009, 22:11, modificato 12 volte in totale.

Sommo poeta

Messaggi: 664

Iscritto il: 07/07/2005, 16:26

Località: bari

Messaggio 30/10/2008, 10:44

Un poeta pittore Sabatino amante del plen air,della natura insomma,a quanto "vedo" da questo ben schizzato paesaggio.Benvenuto.
ito nami

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 15/11/2008, 19:54

sabatino

Il bello della vita

Come affrontare la vita non è cosa astrusa,
nè decidere oltremodo come va vissuta.

Sul mistero che non è tanto segreto,
come leggerlo nessuno a posto il veto.

Gioire alla vista del chiarore del mattino,
è dono grande non paragonabile al lumicino.

Dare il proprio contributo, di vita è la ragione,
se associato a quotidiana buona azione.

Nè il buio della notte alla paura induce,
il riposo rigenera la speranza porta nuova luce.


____________________

sabatino

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 15/11/2008, 20:08

sabatino

Profumi di festa


Rape fumanti, con olio nuovo condite,
baccalà agli sponsali, bianchi dissotterrati,
pane fatto in casa.
Il vino novello rallegrava la festa.

Vermicelli, pittole e cartellate, porcelluzzi
al miele confettati
ornati da confettini colorati.

Melone fresco e frutti dei giardini,
completavano sapori genuini.
Torta di mandorle farcita a cotognata,
arricchiva deliziava la giornata.

Per chi la visse, nostalgia di prima mano,
sconosciuta all'incredulo e al profano.

Mi mancano quei profumi,
il quel tempo profumavano pure i fumi.

____________________

sabatino

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 22/11/2008, 21:47

sabatino

Il dono della vita

Chi della della vita le gioie tanto apprezza
perchè non se la gode al meglio invece di
cercare nei filtri nuova ebbrezza

Chi il dono della vita non disprezza
perchè col fumo offusca la sua vista
e non gusta vedere le cose con chiarezza?

Sii uomo, vivi la vita con fierezza,
non aver paura, agisci con fermezza,
rafforza il tuo carattere, riscopri la tua forza,
evita di trovarti stretto nella morsa.

La verità è che, dose dopo dose, per stare bene
come prima, sei portato a fare qualsiasi cosa,
aberrare, e senza alternativa, devi fare uso di eroina.

Arrivato a questo stadio di cocadipendenza,
non connetti, non hai più forza, alla propria ed altrui
vita guardi con grave noncuranza.

Tu, sciagurato, sei quasi sul punto di non ritorno,
ti manca l'equilibrio, soffri di incontinenza, vuoi solo
roba a tutti i costi, non ti guardi intorno.

Ormai sei al bivio appena giunto, non riesci a vedere la
via della salvezza. Fermati!!!! Hai ancora una possibilità
c'è sempre chi ti vuole bene ed pronto ad aiutarti.


_________________

sabatino

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 22/11/2008, 22:03

sabatino

MAMMA

E' tutto un programma,
prima, durante e dopo,
madre dei sentimenti
è fonte e vasta gamma.

Non serba rancori è fonte degli affetti,
perdona sempre, fa sentire gli effetti.

E' sempre fonte d'amore in ogni caso,
opera con tenacia, senza mai storcere il naso.

Agli occhi della mamma i figli sono tutti belli,
sempre innocenti, bravi e gran cervelli.

La sua forza soddisfa tanti figli, con amore.
ma loro spesso Le procurano grande dolore.

La mamma, nonostante tutto, è consuetudine
ama, pur se ricambiata con ingratitudine.


___________________


sabatino
Ultima modifica di sabatino il 27/11/2008, 19:28, modificato 1 volta in totale.

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 22/11/2008, 22:11

sabatino

L'arrogante

Non conosce la bontà,
soffre l'altrui sapere e libertà,
spirito misero, vive inconsciamente
in povertà.

Ignora del prossimo il valore,
le sue idee impone arrabattante,
la cecità lo vince, le sue membra
sposta come un elefante.


_______________________

sabatino

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 22/11/2008, 22:19

sabatino

Amore

Incrocio di uno sguardo oltre l'orizzonte,
l'invisibile non scritto sulla fronte.

Ciò che prescinde dai pregi e dai difetti,
apice risultato degli affetti.

Concentrato ed essenza della vita,
ciò che seduce, travolge, avvita.


_____________________

sabatino
Ultima modifica di sabatino il 30/05/2009, 22:13, modificato 1 volta in totale.

Sommo poeta

Messaggi: 664

Iscritto il: 07/07/2005, 16:26

Località: bari

Messaggio 23/11/2008, 20:59

...e con la rima baciata
morosa assicurata.
;-)
ito nami

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 25/11/2008, 21:22

sabatino

Umana sofferenza

Amara, galoppante, attanaglia, logora
terrena umana sofferenza, travaglio
interiore pietà implora.

La dignità prevale, impone grido
di dolore senza eco adombrato
da invisibili neri drappi.

Spazio senza tempo, vita senza vita,
eventi sperati costantemente assenti,
mai lo sguardo oltre l'orizzonte avvita.

Dell' altrui sofferenza ignaro,
sempre solo con i suoi pensieri.
1977

__________________

sabatino

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 25/11/2008, 21:48

sabatino

Disperazione


Insonnia, virtuale notturno,
come in un film, miriadi di rappresentazioni
in bianco e nero, è arrivato il tuo turno,

Dall'alba al tramonto ti accompagna,
il fascino della notte lugubre,
sempre presente e fedele compagna.

Ovunque lo sguardo volgi è tutto nero,
preda e vittima dell'apatia, il bello non esiste
ha le ali del corvo il tuo pensiero.

Scarpe rotte, freddo, fame senza digestione,
quello che hai è niente, ciò che non hai è
tutto.............. la disperazione.
E la speranza?

_______________________

sabatino

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 25/11/2008, 22:05

sabatino

Neve


Miriadi di cristalli,
è il fiocco bianco,
vola, aleggia, galleggia,
viene giù, si posa piano.

Come per incanto il paesaggio
lentamente imbianca.
Lo sporco, il nero, tutto copre
come un velo pietoso.

Il candido, il puro, è dolce illusione,
in un mondo diverso, che svanisce
sotto un raggio di sole.
1978

_________________

sabatino

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 25/11/2008, 22:24

sabatino

MARIA BEA

Portatrice di bontà,
non lesina solidarietà,
Bea, abbonda in generosità.

Visibile genuinità,
dono di madre natura,
offre indescrivibile armonia.

Il sole è nei suoi occhi,
c' è il mare, la bellezza,
l'amore nel suo cuore.

Animo gentile sprigiona il suo sorriso,
sboccia, come in primavera, un fiore,
in quel contesto l'altrui traslato in
paradiso.

__________________

sabatino

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 30/11/2008, 20:03

sabatino

Primavera
tutto rinnova
varietà di colori
armonizza la natura

_____________

sabatino
Ultima modifica di sabatino il 13/12/2008, 23:25, modificato 2 volte in totale.

Sommo poeta

Messaggi: 239

Iscritto il: 29/10/2008, 22:32

Località: PESARO

Messaggio 30/11/2008, 20:06

sabatino

Estate
Maturano i frutti
è caldo c'è l'afa
si invoca frescura

______________

sabatino
Ultima modifica di sabatino il 02/04/2010, 21:52, modificato 2 volte in totale.
Prossimo

Torna a VersiSparsi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Gruppo Amici della Poesia www.amicipoesia.altervista.org (cercaci anche su Facebook, Twitter, Google+, Youtube) Verità e Nonviolenza sono Antiche come le Montagne
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by ST Software. Hosted by MondoWeb. Viaggi